Home Economia

Addio alle scarpe coi buchi per i bambini

36
CONDIVIDI
Balducci scarpe

Balducci scarpe

PISTOIA. 29 MAR. Chi è nato negli anni sessanta non può non ricordare qulle scarpette coi due buchini che le mamme ci facevano indossare i nostri primi anni di vita. Che fossimo maschi o femmine aveva poca importanza, quella scarpetta in primavera toccava a tutti. Una scarpetta in pelle, elegante, che faceva la differenza. Produttore di questa scarpa era lo storico calzaturificio Balducci, che dal 1934 ha prodotto scarpe per bambini e bambine.

Una storica azienda toscana, con sede a Pieve a Nievole in provincia di Pistoia che ad oggi è costretto a sospendere tutte le sue attività aprendo una procedura di mobilità collettiva per gli oltre 40 dipendenti., che fino a qualche anno fa erano il doppio.

La Balducci  non è riuscita a superare la crisi in cui è piombata da metà del 2015 e per questo la società ha comunicato la sospensione di tutte le attività produttive di natura industriale, commerciale e amministrativa .

La famiglia Balducci, con rammarico è giunta a questa decisione “dopo numerosi tentativi di rifinanziamento” e a causa delle “difficoltà economiche che da diverse stagioni pesano sul mercato italiano della calzatura per bambino”. Un vero peccato se si pensa la storia che sta dietro a questa azienda, nata prima come piccolo laboratorio artigianare per poi trasformarsi nel 1950 in una vera e propria industria di importanza nazionale.

I lavoratori, dopo aver appreso la notizia, “hanno organizzato un’assemblea fiume con i rappresentanti sindacali, e altre saranno convocate nei prossimi giorni: in discussione ci sono una serie di iniziative di mobilitazione da mettere in campo subito dopo il weekend pasquale”. Speriamo che questo serva a qualcosa.

FRANCESCA CAMPONERO

Leggi l’articolo originale: Addio alle scarpe coi buchi per i bambini

Rispondi