Home Hi-Tech

Russia, avviata chiusura LinkedIn per violazione privacy

441
CONDIVIDI
Russia, avviata chiusura LinkedIn per violazione trattamento dati personali

MOSCA. 17 NOV. Roskomnadzor, l’ente governativo russo preposto al controllo dei mass media e delle telecomunicazioni, ha annunciato di aver chiesto agli internet provider di bloccare Linkedin, il social network per i contatti professionali.

Roskomnadzor accusa Linkedin di aver violato la legge sul trattamento dei dati personali.

Il problema sarebbero i server. Secondo una legge del luglio del 2014, i dati personali degli utenti devono essere conservati solo sul territorio nazionale. Regola non rispettata da LinkedIn.

Lo sorso 10 novembre un tribunale di Mosca aveva respinto il ricorso di Linkedin contro il blocco in Russia.

Microsoft nel giugno scorso per 26,2 mld di dollari, aveva acquistato LinkedIn, social network per i professionisti fondato nel 2002 e che oggi conta oltre 400 milioni di utenti in tutto il mondo.

Rispondi